Depressione

La depressione rappresenta una alterazione del tono dell’umore che risulta costantemente basso.

La depressione è uno dei disturbi più comuni e l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stimato che sarà la seconda malattia più diffusa, dopo le malattie cardiovascolari.

La depressione può colpire chiunque: adulti, anziani e bambini.

Le cause possono essere diverse, variano da persona a persona, e non sempre sono evidenti; talvolta la causa è un trauma (lutto, perdita del lavoro, cessazione di una relazione), mentre altre volte la motivazione non è affatto evidente.

Si sente parlare spesso di questo disturbo, ma non è semplice riconoscerlo in sè stessi o nei propri cari. Spesso, infatti, non è possibile risalire all’esordio o non esiste un evento scatenante vero e proprio.

Piuttosto è una sofferenza che deriva da una serie di momenti vissuti, legami, contesti che possono aver portato l’individuo a chiudersi in se stesso e a vivere un profondo ed estremo dolore, fisico e mentale.

Tra le cause della depressione si possono, comunque, individuare fattori biologici e genetici: possono essere maggiormente predisposti infatti quei soggetti che hanno uno o più familiari che già soffrono di depressione.

Accadono, poi, eventi di vita stressanti come lutti, conflitti famigliari o interpersonali, malattie che coinvolgono sé o persone care, separazioni che causano nell’individuo sentimenti di vuoto, disorientamento o di nullità e che lo conducono a sperimentare e vivere vissuti depressivi importanti.

La depressione, dunque, è una malattia che colpisce non solo la parte emotiva dell’individuo, ma che si esprime anche tramite il suo corpo attraverso sintomi fisici ma anche comportamentali.

Essi possono variare sia in dipendenza del soggetto che vive la sofferenza, sia in dipendenza della gravità. In ogni caso essi possono essere raggruppati in:

  • sintomi cognitivi: difficoltà a concentrarsi o a prendere alcune, anche piccole, decisioni, tendenza all’autosvalutazione e all’essere estremamente critici nei confronti di se stessi;
  • sintomi affettivi: tono dell’umore deflesso, presenza di pensieri negativi (talvolta anche ricorrenti pensieri di morte o suicidari), perdita di piacere, ritiro sociale;
  • sintomi legati alla motivazione: difficoltà a portare a termine alcune attività anche quotidiane come può essere la cura di sé;
  • sintomi comportamentali: diminuzione o aumento dell’appetito, insonnia, rallentamento motorio;
  • sintomi fisici: mal di testa, sensazione di essere confusi, dolori fisici.

Questi sintomi sono pervasivi, cioè sono sempre presenti e causano gravi e importanti compromissioni in diverse aree della vita quotidiana, come ad esempio quella familiare, lavorativa, scolastica, sociale o la cura di sè.

Talvolta questa compromissione viene vista dalle altre persone come mancanza di voglia o difficoltà a porsi degli obiettivi da parte del soggetto.

Questo causa spesso sentimenti di incomprensione nel soggetto che soffre di depressione: egli sente di non venir capito e ciò conduce ancor di più ad un ritiro e a pensieri di autosvalutazione e di bassa autostima.

Di conseguenza, le relazioni più significative e intime si possono indeboliscono e diventare più faticose portando la persona ad un graduale ritiro sociale, allontanandola da quei contesti che fino ad allora erano considerati gratificanti.

In questa situazione di estremo dolore è importante chiedere aiuto o aiutare i propri cari a farlo, affinché possano condividere il profondo dolore sperimentato che disorienta e a cui spesso non è facile trovare un senso.

È importante, dunque, che oltre ad un eventuale sostegno farmacologico, se ritenuto necessario dal clinico, sia possibile per la persona individuare uno spazio di cura attraverso l’ascolto.

Il nostro studio offre percorsi di psicoterapia e supporto psicologico per le persone che presentano disturbi depressivi, accogliendo la sofferenza e il dolore in una situazione in cui non è semplice, a volte, individuare ed esprimere le parole che possano descrivere ciò che stanno provando.

Spesso un un supporto valido e concreto può essere fondamentale per un intervento precoce ed efficace.
Per questo motivo, se hai il sospetto che tu o un tuo familiare presenti alcuni dei sintomi su citati, non esitare a contattarci per un primo incontro.